Portainnesti

Il portainnesto ha svariate possibilità di influenzare la crescita e la resistenza a fattori esterni della varietà innestata.

Questi possono essere sintetizzati in:

  • Resistenza alla siccità o al ristagno idrico.
  • Adattamento alle svariate tipologie di terreno.
  • Resistenza alle malattie radicali o basali dell’albero.
  • Dimensione finale della pianta adulta.
  • Dormienza indotta sulla varietà innestata.
  • Quantità e qualità dei frutti prodotti dall’albero innestato.

 

Per le piante di agrume resistenti al freddo la scelta del portainnesto mira ad enfatizzare ancora di più la loro naturale resistenza. L’obbiettivo è riuscire a far entrare la pianta in dormienza vegetativa molto presto all’approssimarsi della stagione fredda, non farla germogliare in un inverno particolarmente mite e ritardarne la ripresa vegetativa in primavera per proteggerla dalle gelate tardive.

Tra le molte varietà di portainnesto disponibili, tre sono particolarmente adatte a questo scopo:

 


 

Poncirus trifoliata

 

Il Poncirus trifoliata ha di per sé la più alta resistenza al freddo tra gli agrumi. Riesce a resistere fino a -25°C ed è uno dei pochi agrumi a foglia caduca.
Entra in riposo vegetativo se le temperature notturne scendono al di sotto dei 10°C e quelle diurne al contempo non salgono al di sopra dei 21°C.
Quando questo succede la varietà innestata sul Poncirus viene tenuta da questo in dormienza forzata.
Questo è di particolare importanza per tutte le varietà che hanno una discreta o buona resistenza al gelo ma una bassa dormienza.

Varietà innestate sul Poncirus danno piante di dimensioni più contenute, con una alta produttività per pianta e frutti di medie dimensioni con qualità eccellente. Il periodo di maturazione risulta un po’ ritardato e i livelli di acidità più alti comparati a quelli della stessa varietà non innestata.

La pianta resiste bene ai ristagni d’acqua, ha radici superficiali di ristretta estensione e per questo non è la varietà più adatta a zone aride dove i frutti diventano più asciutti e piccoli se l’irrigazione è insufficiente.

È adatto ai terreni pesanti, fertili, anche mal drenati e argillosi e non tollera terreni calcarei.

È resistente al marciume radicale, alla gommosi del colletto e ai nematodi degli agrumi.

Risulta incompatibile con svariate varietà di limone (è compatibile con il Limone Meyer). A parte questo è un portainnesto con ampio spettro di compatibilità.

 


 

Poncirus trifoliata ‘Flying Dragon’

 

Il Poncirus ‘Flying Dragon’ ha caratteristiche analoghe a quelle descritte qua sopra per il Poncirus trifoliata con l’eccezione della caratteristica peculiare di questa varietà, quella di avere dimensioni molto piccole e di conferire alla varietà innestata una crescita alquanto ridotta.
Di fatti questo è l’unico portainnesto veramente nanizzante per gli agrumi.
La dimensione della pianta adulta su questo portainnesto risulta essere circa 1/3 della dimensione normale.

 


 

Citrumelo ‘Swingle’ 4475

 

Il Citrumelo ‘Swingle’ è un incrocio tra il Poncirus trifoliata e un Pompelmo e ha ereditato dai due genitori differenti caratteristiche.

Resiste fino a ca. -15°C, ha foglia sempreverde e un’ottima dormienza invernale (comparabile a quella del Poncirus) che riesce a trasmettere con successo alla varietà innestata.

Varietà innestate sullo Swingle danno piante vigorose, medio grandi. La produttività per pianta e per superficie è molto alta con frutti di alta qualità, dimensione medio-grande e maturazione un po’ ritardata.

Ha radici abbastanza estese che gli conferiscono una media resistenza alla siccità. Non sopporta bene i ristagni idrici.

Si adatta bene a vari tipi di terreno, anche sabbiosi e profondi. Non tollera bene i terreni calcarei.

È abbastanza resistente al marciume radicale e alla gommosi del colletto ed è resistente ai nematodi degli agrumi.

È un portainnesto molto usato grazie al suo ampio spettro di resistenza alle malattie, produttività e ottima performance con svariate varietà di agrumi.
Presenta comunque sporadiche incompatibilità con varietà di arancio (Pera e Seleta), con alcuni mandarini e alcuni limoni (compreso il Meyer lemon).

 


 

Varietà di portainnesto da non utilizzare assolutamente per le varietà resistenti al freddo sono invece:

  • Alemow (Citrus macrophylla)
  • Limone Volkameriano (Citrus volkameriana)
  • Citrus Jambhiri
  • Citrange Troyer e Carrizo

Questo perchè sono varietà (soprattutto le prime tre) che rimangono in una quasi costante attività vegetativa e con loro anche la varietà innestata sopra.
Essendo costantemente “in succo” le piante che ne risultano possono congelare con temperature di pochi gradi sotto zero.

Inoltre sono da evitare come portainnesto tutte quelle varietà che hanno una resistenza al freddo minore della varietà innestata sopra. Ad esempio un ‘Thomasville’ innestato sull’arancio dolce può sopravvivere soltanto fino a -7°C, temperatura sotto la quale il portainnesto congela facendo morire tutto l’albero, e non fino ai -12°C tipici del ‘Thomasville’.