Satsuma

Mandarino Satsuma ‘Owari’

(Citrus unshiu)

 

I satsuma sono una famiglia di mandarini originari della Cina e ampiamente coltivati e selezionati da almeno 700 anni in Giappone dove ne esistono più di 100 varietà.

Viene considerato il secondo agrume più resistente al freddo coltivato commercialmente (dopo il Kumquat).

Resiste fino a -8°C o poco più per brevi periodi.

I satsuma si sono adattati ad un clima subtropicale al limite della fascia di coltivazione degli agrumi, grazie ad una media resistenza al freddo e alla precocissima maturazione dei frutti che in alcune varietà si attesta intorno ai primi di settembre.
I frutti coltivati in zone subtropicali umide con inverni miti risultano essere di qualità inferiore a quelli coltivati in aree subtropicali con inverni freddi ed estati calde.

Formano alberi di medie-piccole dimensioni con poca vigoria che si sviluppano in larghezza con un portamento semi-pendule. I rami sono privi di spine in quasi tutte le varietà.

I frutti sono succosi, dolci, apireni o con pochissimi semi. La colorazione della polpa è di un arancione intenso che crea un forte contrasto con la buccia verde all’esterno.

La scorza è sottile e facilmente sbucciabile, si presenta di colore verde virante al giallo quando il frutto è già maturo. Col passare del tempo diventa arancione staccandosi progressivamente dagli spicchi.

Tra le moltissime varietà esistenti due sono di particolare valore:

‘Miho’ è’ una varietà selezionata in Giappone nel 1984 tra vari semenziali derivati dall’impollinazione controllata della varietà ‘Miyagawa’.

È una varietà precoce che inizia a maturare a Ottobre, con frutto molto grande di sapore superiore al genitore e alla maggior parte delle varietà di satsuma coltivate. È più dolce del Miyagawa o dell’Owari. Può avere da 0 a 2 semi per frutto.

Ha una crescita più vigorosa e più slanciata della media dei satsuma.

‘Owari’ è stata la varietà di satsuma più coltivata al mondo fino a pochi decenni fa e tuttora rimane un’ottima scelta per il frutteto familiare.

È una varietà medio-tardiva che inizia a maturare a novembre. Il frutto è grande, dolce e ha da 0 a 4 semi.